• Mer. Dic 2nd, 2020

INIZIAMO A RICICLARE

DiSperanzio

Ott 20, 2020
INIZIAMO A RICICLARE

Il primo passo per poter parlare di ecologia e andare verso il 2050 è sicuramente l’obbiettivo di smaltire meno possibile rifiuti, iniziamo da un consumo domestico ridotto di prodotti usa e getta, ma per quelle cose indispensabili da buttare vediamo come fare per avviare il riciclo corretto della plastica, carta o la produzione in casa di humus e non buttare l’umido.

Separiamo i Rifiuti

Il modo più efficace per riciclare a casa è differenziare i rifiuti. Vi sembrerà strano ma quando separate i rifiuti per la raccolta differenziata state compiendo il primo passo verso il riciclo: la raccolta differenziata è l’anticamera del riciclo! Chi è a caccia di modi creativi per riciclare rifiuti a casa può trovare diverse idee per il riutilizzo e il riciclo creativo. Avete mai pensato a come riciclare gli pneumatici? La preparazione, la prima cosa da fare è lavare per bene la ruota senza sprecare troppa acqua e senza usare detergenti che possano nuocere all’ambiente.

Una volta che siamo sicuri che la ruota sia ben asciutta si può procedere con la vernice, assicurandosi che il colore copra anche le fessure del pneumatico stesso. Procurarsi dal falegname un rotondo di compensato il cui diametro deve corrispondere alla circonferenza dell’interno del pneumatico. In questo modo il sedile si incastrerà perfettamente sul copertone e fungerà da coperchio per il pouff. L’imbottitura Prima di fissare il compensato al pneumatico bisogna creare una imbottitura. Per questo ci servirà la gommapiuma di 10 cm dello stesso diametro del cerchio in compensato. Per incollarlo sul compensato  basta una colla reperibile in qualsiasi ferramenta. Ed ecco come abbiamo creato un comodo sedile partendo da delle ruote lasciate in garage.

Compost Domestico

Il compost domestico è un concime che si ottiene da un processo interamente naturale, grazie al quale, i rifiuti destinati allo smaltimento si riducono del 30%. Il compost, costituito da scarti organici, arreca grossi benefici sull’impatto ambientale poiché evita gli impatti negativi legati alla produzione e allo smaltimento dei rifiuti. Per scarti organici si intendono gli scarti di cucina, fondi di caffè, avanzi di cibo,   gusci d’uovo, lettiere di piccoli animali domestici, fiori e piante domestiche, ceneri spente di caminetti, potature di alberi, legno non trattato.

Compost Domestico
Compost Domestico

Per realizzare la compostiera fai da te, la rete deve essere lunga 4 metri e alta 1,5 metri. Per la costruzione basta arrotolarla, sovrapporla di 20 cm e incastrarla nel terreno per 20 cm di profondità. Fissare dei pali lungo la circonferenza per tenere la compostiera ben salda e chiudere eventuali aperture con filo di ferro. Posizionate la compostiera sulla terra nuda e piana, all’ombra in estate e al sole in inverno e bagnate con costanza il materiale, per mantenere l’umidità. Per avere un buon compost, ci deve essere un perfetto equilibrio tra umido e secco, pertanto dovete alternare uno strato secco e uno strato umido: in questo modo ci sarà materiale da decomporre grazie ai microorganismi e materiale ricco di fibra per poter formare il compost.